Skip to content Skip to footer

Il giorno in cui finì l’estate

18,00

Indipendentemente dal significato e dal peso che il romanzo acquisisce a causa del tema, Il giorno in cui finì l’estate è soprattutto una storia eccezionalmente ben scritta. Sodobnost

C’è stata una gioventù e c’è stato un paese che adesso non esiste più: questo romanzo racconta di loro.
Aljoša Harlamov

Autore: Sebastijan Pregelj
Traduzione: Michele Obit
Postfazione: Aljoša Harmalov
Collana: estensioni / 33
Anno: 2022
Pagine: 308
ISBN: 9791280219688

Disponibile anche in ebook.

Informazioni aggiuntive

Peso 0,3 kg
Dimensioni 13 × 2,5 × 20 cm

Descrizione

Jan è un bambino come tanti, che va a scuola negli anni Ottanta. La sua prima bicicletta, poi il suo primo amore, i teppisti ai cancelli della scuola, i primi episodi di Guerre Stellari e la TV a colori. L’unica cosa che lo distingue dagli altri bambini è una straordinaria immaginazione. Viene chiamato a prestare il servizio militare poco prima della disgregazione della Jugoslavia, in un momento in cui tutto diventa fragile e le certezze diventano meno salde. Quando il Paese crolla, crolla anche la porta della camera, il luogo dell’infanzia e della fantasia. Il giorno in cui finì l’estate è un romanzo di formazione ed è probabilmente il primo romanzo sloveno che, attraverso una narrazione personale, descrive il periodo in cui la Slovenia era in procinto di ottenere l’indipendenza.

SEBASTIJAN PREGELJ Nato nel 1970 a Lubiana, è laureato in Storia. Dal 1991 pubblica racconti su riviste letterarie. Nel 1996 esce la sua prima raccolta e nel 2004 il primo romanzo, Leta milosti (Anni di grazia), finalista al Premio Kresnik, assegnato al romanzo dell’anno dal quotidiano “Delo”. Negli anni vedrà arrivare in finale altre quattro sue opere. Apprezzato anche in traduzione inglese, tedesca e macedone, vive e lavora a Lubiana ed è membro dell’Associazione degli Scrittori Sloveni. Con Il giorno in cui finì l’estate ha vinto il premio Cankar.

MICHELE OBIT Giornalista, poeta, traduttore e organizzatore di eventi letterari. La sua ultima raccolta di poesie si intitola La balena e le foglie (Qudu edizioni). Dal 1998 si occupa di traduzione letteraria dallo sloveno in italiano. Per Bottega Errante ha tradotto autori come Miha Mazzini, Aleš Šteger, Bronja Žakelj e Dino Bauk.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il giorno in cui finì l’estate”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *