Skip to content Skip to footer

Il taccuino segreto di Romeo e Giulietta

16,00

Autore: Fabio Piuzzi
Collana: Il Rosone (narrativa italiana)
Formato: 14×22
Pagine: 224
ISBN 9788897210382

Spedizione standard € 6.00
Per ordini superiori a € 30.00 la spedizione è gratuita.
Per le spedizioni fuori dall’Italia, vi invitiamo a contattarci prima di procedere all’acquisto. Scriveteci a: info@bottegaerranteedizioni.it
Tutte le spedizioni vengono effettuate tramite corriere espresso (1-2 giorni).

Informazioni aggiuntive

Categorie: , Product ID: 683

Descrizione

Il taccuino segreto di Romeo e Giulietta ha il movimento avvincente e avventuroso del thriller, però è ben più di un thriller convenzionale. Fabio Piuzzi avanza l’ipotesi che Romeo e Giulietta non siano veronesi, ma i rampolli di una nobile famiglia della Patrie furlana medievale: Luigi Da Porto alias Romeo e Lucina Savorgnan alias Giulietta. A scoprirlo è il professore scozzese Grahame Cameron, coadiuvato dalla sua assistente Marianna Covre. Luigi Da Porto, nella novella Historia scritta nel 1517, che probabilmente ha poi influenzato Shakespeare, avrebbe evocato dei fatti avvenuti a Udine nel 1511, di cui sarebbero stati protagonisti lo stesso Luigi e la giovane Lucina. Il Da Porto avrebbe annotato degli appunti sulla vicenda dei due innamorati in un Taccuino, andato poi perduto. Cameron sarà assassinato mentre si trova nell’archivio della villa cinquecentesca dei Boccastorta, nella campagna verso Palmanova, per delle ricerche riguardanti appunto il «Taccuino segreto». Da questo momento personaggio centrale del libro sarà Marianna Covre, la quale ha ricevuto nella segreteria telefonica un messaggio con un misterioso sonetto in latino, trasmessole dal professor Cameron poco prima di essere ucciso. Il sonetto indicherebbe la soluzione per ritrovare il Taccuino stesso. Sarà padre Massimiliano dei Cappuccini di Castelmonte ad aiutare la studiosa a risolvere l’enigma. Sulle tracce del Taccuino si sono messi però anche due strani personaggi, Nefertiti e Anima Nera, e un’organizzazione chiamata “Fratellanza Veronese”… Udine fa da sfondo suggestivo a tutta l’opera, con le sue piazze e i suoi palazzi; e poi si staglia il Friuli con il suo fascino ancestrale, ma anche Verona non è dimenticata. Via via, nel Taccuino segreto di Romeo e Giulietta, il ritmo stilistico dello scrittore friulano si fa serrato e travolgente: egli sa unire gli ingredienti classici della cronaca nera con il pathos e le atmosfere dei personaggi della tragedia greca.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il taccuino segreto di Romeo e Giulietta”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.